Donna con laptop: domande frequenti committenti della costruzione

Fondamenti

Il mio radiatore Arbonia...

 

Posso acquistare il mio radiatore preferito direttamente da Arbonia?

No. In qualità di utente finale potrete ottenere i nostri prodotti esclusivamente dall'installatore specializzato. Egli sarà felice di farvi un'offerta. Un acquisto diretto da fabbrica non è possibile!

Chi mi può aiutare se il mio  radiatore non funziona correttamente?

Osservate le nostre note contenute nelle istruzioni per l'uso. Se non avete avuto successo dopo aver esaminato le funzioni descritte, contattate l'installatore specializzato di fiducia per ulteriori misure.

Superfici e colori

Tutto sull'aspetto del radiatore...

 

Come devo curare il mio  radiatore?

Si consiglia di pulire il vostro  radiatore con un panno umido. Non utilizzare detergenti o sostanze chimiche, in quanto queste sostanze potrebbero danneggiare la superficie del prodotto! Arbonia introduce nell'assortimento accessori anche alcuni strumenti per la pulizia.

In quali colori sono disponibili i radiatori che desidero?

I radiatori Arbonia  sono disponibili in tutti i colori possibili. RAL, NCS e i nostri colori di tendenza "New Inspirations" sono disponibili come tutti gli altri colori a scelta. Gli esempi possono essere desunti nella nostra scheda colori oppure contattateci!

Funzionamento elettrico

Tutto sui radiatori con funzionamento elettrico...

Quali radiatori Arbonia  possono essere messi in funzione anche elettricamente?

Possiamo fornire tutti i prodotti, eccetto convettori anche con funzionamento elettrico rispettando le dimensioni minime. Richiedere il nostro supporto tecnico durante la scelta del corretto radiatore e della resistenza termica.

Perché il mio radiatore a funzionamento elettrico  si scalda solo parzialmente?

Per consentire l'espansione del fluido di riscaldamento durante il riscaldamento, il radiatore non viene completamente riempito con il fluido termovettore. L'aria si accumula negli elementi superiori. Per questo è assolutamente normale che non diventi così caldo nella zona superiore. Gli elementi riscaldanti elettrici operano in modalità gravità. Per questo motivo la temperatura superficiale del radiatore diminuisce continuamente dall'alto verso il basso. Molto in basso resta freddo. Il radiatore e la potenza dei riscaldatori elettrici sono adattati l'uno all'altro, la resa termica è quindi sempre assicurata.

Arbonia offre radiatori che possono essere messi in funzione sia elettricamente che tramite riscaldamento centralizzato?

Sì. Arbonia offre molti modelli anche con il cosiddetto funzionamento misto.

Quale classe di protezione posseggono le resistenze a cartuccia di Arbonia?

Classe di protezione IPX4 (spruzzi d'acqua)

Tecnica

Tutto sul funzionamento del radiatore...

Come riconosco un danno dovuto al gelo?

Tutti conoscono il risultato del posizionamento di una bottiglia d'acqua piena in congelatore. Lo stesso avviene in un impianto di riscaldamento. L'acqua si dilata con il congelamento. Ma visto che in un radiatore completamente riempito non c'è spazio per l'espansione, si crea una enorme pressione. Questa pressione può essere maggiore a 50 bar. In un danneggiamento tipico da gelo, il radiatore è deformato in modo non uniforme. Nella maggior parte dei casi sul canale dell'acqua orizzontale superiore e/o inferiore. Inoltre, nella maggior parte dei casi, si giunge alla formazione di crepe nel rivestimento e ad uno sfaldamento lenticolare del rivestimento sulle saldature. Anche le perdite dopo lo scongelamento non sono infrequenti.

Come posso evitare i danni dovuti al gelo?

Come principio fondamentale vale: non spegnere completamente il riscaldamento durante i periodi di riscaldamento! Questo vale anche per periodi di assenza prolungati. I moderni dispositivi di regolazione del riscaldamento possiedono impostazioni per la protezione antigelo o il funzionamento ridotto. Anche le valvole termostatiche dei vostri radiatori non devono essere completamente chiuse durante l'inverno. Anch'esse dispongono di un'impostazione per la protezione antigelo come la regolazione del riscaldamento. Maggiori informazioni sono fornite nelle istruzioni per l'uso del vostro impianto di riscaldamento

Da dove provengono i rumori nel mio impianto di riscaldamento?

I rumori negli impianti a radiatori possono avere molte cause. Viene fatta una distinzione tra i rumori che provengono dai radiatori ed i rumori, ad esempio, che vengono trasmessi dalle tubazioni e amplificati nei radiatori. I rumori prodotti nell'impianto di riscaldamento si presentano solo durante il funzionamento. Se questi rumori si presentano anche al di fuori dei periodi di riscaldamento, allora è possibile desumere che le cause siano, ad esempio, colpi sui radiatori o sulle tubazioni. In funzionamento i radiatori stessi sono raramente la causa dei rumori. Un radiatore di 1 m di lunghezza si dilata con una variazione di temperatura di 50 °C solo di circa 0,5 mm. Anche se gli inserti fonoassorbenti delle mensole non dovessero essere montati, ciò non è sufficiente per produrre i rumori.

  • Suoni metallici (spesso subito prima della chiusura della valvola): di norma indica lo scambio tra mandata e ritorno.
  • Rumori o fischi: differenza di pressione troppo elevata dovuta a pompa o a livello della pompa troppo grande, nessuna compensazione idraulica.
  • Gorgoglii: aria nel radiatore.
  • Ticchettii: tensione nelle tubazioni, valvole termostatiche con cambio duro.

La protezione dei vostri dati rappresenta per noi una assoluta priorità. Per la massima funzionalità, l'ottimizzazione costante del sito web e per mostrarvi una pubblicità in accordo con i vostri interessi, questa pagina utilizza cookie diversi: cookie tecnici, cookie di rilevamento e cookie di marketing. Consigliamo di accettare l'utilizzo di questi cookie premendo "Acconsento". Cliccando sul pulsante "Impostazioni" avrete più informazioni sui cookie utilizzati e potrete adattare le vostre impostazioni.
Acconsentite all'utilizzo dei cookie e al trattamento dei vostri dati personali connesso?
Acconsento Impostazioni Informativa sulla protezione dei dati